Caso Myrmex, nuova protesta dei lavoratori per dire no all'acquisto del Cnr

I dipendenti chiedono che venga accolta la proposta di acquisto dell'imprenditore Roberto Giusti di Prestafarma, pronto a riassorbire i lavoratori secondo le regole previste dalla delibera regionale

Foto archivio

Lunedì 18 i lavoratori della Myrmex a partire dalle ore 9 protesteranno nuovamente, e stavolta di fronte la sede del laboratorio sito nella Zona industriale, per dire "no" all'acquisto da parte del Cnr. La protesta tenutasi giovedì 13 dicembredi fronte alla Prefettura - presenti, tra gli altri, anche il segretario generale della Camera del Lavoro , Giacomo Rota, Giovanni Romeo responsabile settore Farmaceutico e i rappresentanti della Filctem- non ha invece sortito alcun effetto; al momento, il consiglio di amministrazione del Consiglio nazionale delle ricerche è pronto ad acquisire il laboratorio dal proprietario Gianluca Calvi, senza prendere in considerazione la proposta oramai vecchia di mesi, dell'imprenditore Roberto Giusti (Prestafarma), pronto a riassorbire i lavoratori secondo le regole previste dalla delibera regionale.

I lavoratori sono pronti a lottare, oggi più che mai, come spiega Orsola Gianpiccolo: "Roberto Giusti vorrebbe investire in Sicilia portando produzione e ricerca farmaceutica, assumendo gli ex ricercatori e tanto altro personale per il settore farmaceutico, e contribuendo allo sviluppo della nostra città. Chiediamo inoltre un intervento deciso al primo cittadino della città metropolitana, il sindaco Bianco, affinché congiuntamente al presidente della Regione, Musumeci, possa bloccare la sconsiderata manovra economica speculativa tra il CNR e Calvi, che ormai si è rivelata alla luce del sole".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Rota e Romeo: "La vertenza non può fermarsi qui. Siamo di fronte ad un caso eclatante dove gli attori istituzionali possono e devono fare la propria parte, affinché vengano rispettate le regole e aiutati i lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento