Napolitano in città, Catania Bene Comune: "Saremo in piazza a contestare la visita"

"Noi riteniamo che il presidente Napolitano sia stato, in questi ultimi anni, il maggiore garante istituzionale delle politiche di austerity - dichiara Catania Bene Comune in una nota -e di massacro sociale compiute in nome dell'unione europea"

Il 26 Febbraio Catania riceverà la visita ufficiale del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, invitato dal Sindaco Enzo Bianco. "Noi riteniamo che il presidente Napolitano sia stato, in questi ultimi anni, il maggiore garante istituzionale delle politiche di austerity - dichiara Catania Bene Comune in una nota -e di massacro sociale compiute in nome dell’unione europea. Proprio come adesso, tradendo i suoi doveri di garante formale della Costituzione, avalla il tentativo di varare la legge elettorale “truffa”, sancita dall’accordo Renzi-Berlusconi e che costituisce una svolta autoritaria del nostro sistema politico".

"Per questo, il 26 Febbraio, saremo in piazza a contestare la visita di Giorgio Napolitano  - continua la nota - e del suo circo luccicante ai palazzi “bene” della nostra città ed ai salotti dei nostri governanti, e lo faremo in nome della Catania “reale”, quella dei nostri quartieri, quella in cui viviamo come studenti e studentesse, lavoratori e lavoratrici, precarie e precari. Questa città, quella che non riceverà, nessuna visita istituzionale, come il resto del paese è flagellata da uno dei tassi di disoccupazione più alti d’europa, dalla corruzione dei propri governanti, dallo smantellamento dei servizi sociali di quartiere (come scuole e presidi ospedalieri) o dal rincaro di essi (come recentemente avvenuto per gli asili nido), dalla chiusura degli stabilimenti produttivi superstiti come quello di Micron, dalla crisi del commercio e dell'agricoltura. Ma è anche la città che si autorganizza e resiste e lotta per i propri diritti e con la quale saremo in piazza quel giorno per un grande corteo cittadino, con partenza alle ore 9:00 da Piazza Roma".

Comitati, movimenti, associazioni e partiti si sono unite dentro la sigla “Cittadini e Cittadine Catanesi contro i Circhi Istituzionali e l'Austerity” che promuove la manifestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento