I Nas sequestano gel igienizzante privo dei requisiti di legge

Mancava il codice univoco che attesta la regolarità ai fini di legge, con cui viene valutata la sicurezza per il consumatore

I carabinieri del Nas sono impegnati nelle attività di controllo degli esercizi commerciali e delle attività produttive che orbitano nel campo dei prodotti e degli articoli sanitari. Durante le ispezioni è stato individuato nella zona etnea uno stabilimento chimico che, oltre la produzione di classici detergenti per la casa e prodotti per la cosmesi, viste le attuali esigenze di mercato, si cimentava anche nella produzione di “gel antisettico”.

Ad un attento esame visivo dei militari sulle etichette apposte nelle confezioni di vendita non è sfuggito un particolare molto importante e cioè la mancanza del numero di registrazione rilasciato dal Ministero della Salute. Si tratta di un codice univoco che attesta la regolarità ai fini di legge, con cui viene valutata la sicurezza per il consumatore, il rispetto per l’ambiente e la reale efficacia del biocida. Per questo motivo il gel igienizzante posto in commercio dal produttore etneo, in un quantitativo di oltre 1.600 confezioni, è stato immediatamente sequestrato in via cautelativa dai carabinieri del Nas di Catania, ponendo la questione al vaglio della magistratura alla quale è stato denunciato il fabbricante. L’attività di controllo dei Nas proseguirà anche nelle restanti aree produttive della provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento