Nasconde pannelli rubati e animali in un casolare: pregiudicata denunciata

La donna, ritenuta vicina al Clan Cappello, nascondeva all'interno dell'edificio della Piana vario materiale edile rubato ed una piccola azienda zootecnica abusiva

In un casolare della Piana di Catania gli agenti del commissariato di Librino hanno trovato pannelli coibentanti rubati e vario materiale edile di provenienza furtiva. All'interno dell'edificio inoltre i poliziotti hanno individuato una piccola azienda zootecnica abusiva, con pollame vario e capi di suino non regolarmente censiti.

Per questa ragione una donna di 56 anni, D.A. G., pluripregiudicata per reati contro il patrimonio, nonché appartenente ad una nota famiglia mafiosa riconducibile al clan “Cappello”, è stata denunciata per riciclaggio di beni di provenienza illecita.

Inoltre gli agenti hanno richiesto l'intervento sul posto dei veterinari dell'Asp che hanno sanzionato la donna   per abusi inerenti la tenuta di animali di allevamento, in quanto sprovvista di regolare codice d’azienda, Sul posto è stato trovato anche un cane di razza “Pitbull” privo di microchip.  Infine,  a causa della presenza all’interno del podere di materiale di risulta, la proprietaria è stata denunciata per reato ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento