menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nascondeva la droga negli slip, arrestato dai carabinieri

L’abitazione del pusher però, nel Cortile Archirotti proprio nei pressi dell’accesso alla piscina comunale di via Zurria, per via degli spazi ristretti ha creato non poche difficoltà ai militari

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Catania piazza Dante hanno arrestato il 25enne Carmelo Pappalardo, del posto, ritenuto responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nel corso della loro costante attività info investigativa i militari avevano acquisito più “voci” che indicavano il giovane come attivissimo pusher nello storico quartiere di San Cristoforo. L’abitazione del pusher però, nel Cortile Archirotti proprio nei pressi dell’accesso alla piscina comunale di via Zurria, per via degli spazi ristretti ha creato non poche difficoltà ai militari i quali, comunque, sono riusciti ad acquisire un punto d’avvistamento che ha loro consentito di studiarne le mosse. In effetti l’uomo era solito allontanarsi dalla propria abitazione a bordo di uno scooter elettrico, quindi si presentava all’appuntamento con il cliente nella vicina via Plebiscito al quale consegnava la droga, solo in quel momento estratta dai propri slip. Pertanto nella tarda serata, dopo l’ennesimo scambio con l’acquirente di turno, i militari hanno deciso d’intervenire proprio nel momento in cui Pappalardo stava lasciando la propria abitazione per effettuare un’altra consegna e, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 2 dosi di marijuana e della somma di 90 euro, ritenuta provento dello spaccio. Analoga ricerca, poi effettuata all’interno della casa, ha consentito ai militari di rinvenire nella cucina alcuni involucri contenenti complessivamente circa 450 grammi di marijuana, nonché il necessario materiale per il confezionamento delle singole dosi e due bilancini di precisione. Il giudice in sede di udienza, su concorde richiesta delle parti, ha sentenziato a carico di Pappalardo la pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione, oltre a 2700 euro di multa ed al pagamento delle spese di custodia cautelare, ordinando la sua immediata rimessione in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Ospedale Garibaldi Nesima, nuovi microscopi per l'oftalmologia

Sicurezza

Pulizie di casa - Proprietà e benefici dell'aceto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento