Natale antiracket, al via 100 passeggiate per la legalità antiracket

"Lo Stato è come un padre -ha detto il prefetto- non lascia mai soli i propri figli, le istituzioni sono vicine ai cittadini vittime del racket ma serve soprattutto la loro collaborazione affinchè lo Stato possa intervenire". Il progetto si concluderà a Catania il 17 dicembre

"Natale antiracket". E' il titolo della prima "passeggiata per la legalitaà" che si è tenuta oggi a San Giovanni La Punta, prima tappa di un progetto nazionale della Fai, che coinvolgerà cento Comuni del Sud.

All'iniziativa di oggi, in collaborazione con l'Associazione antiracket e antiusura etnea, c'erano il sindaco del paese Andrea Messina, il prefetto Maria Guia Federico, il vice questore aggiunto Alessandro Drago, il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Alessandro Casarsa.

"Lo Stato è come un padre -ha detto il prefetto- non lascia mai soli i propri figli, le istituzioni sono vicine ai cittadini vittime del racket ma serve soprattutto la loro collaborazione affinchè lo Stato possa intervenire". Il progetto si concluderà a Catania il 17 dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento