Nel tragico incidente di Paternò c'era anche una terza moto: perchè è fuggita?

C'era anche un terzo motociclo quella dramamatica notte di mercoledì scorso, in cui morirono 4 giovani a Paternò in sella a due moto disintegrate dall'urto in via dell'Unità di'Italia

C'era anche un terzo motociclo quella dramamatica notte di mercoledì scorso, in cui morirono 4 giovani a Paternò in sella a due moto disintegrate dall'urto in via dell'Unità di'Italia. I due giovani che guidavano lo scooter scomparso subito dopo l'impatto, un 23enne ed un 20enne, sono stati convocati dai carabinieri in caserma per rispondere alle domande degli inquirenti che indagano sulla dinamica dell'incidente. La loro identificazione è avvenuta grazie alle telecamere di sorveglianza, le cui immagini sono state subito prese in esame dagli investigatori, tanto che la notizia di oggi appare solo una conferma ad una ipotesi già nota da giorni: qualcuno aveva assistito a tutta la scena fuggendo via dopo aver capito le reali proporzioni della tragedia. Per loro, quasi certamente, l'accusa di omissione di soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento