Nesima, Dusty sottoscrive il 'patto di rinascita' del quartiere

Una nuova chiave per custodire e proteggere la bellezza del rione è stata consegnata alla quinta municipalità dalla Dusty che nei giorni scorsi ha ripulito e bonificato le strade di Nesima

Una nuova chiave per custodire e proteggere la bellezza di un secondo quartiere catanese è stata consegnata al presidente della V Municipalità Angelo Patanè, in rappresentanza dei residenti di Nesima che questa mattina, hanno avuto modo di confrontarsi con il sindaco di Catania Salvo Pogliese accompagnato dall’assessore allo Sport Sergio Parisi e l’amministratore di Dusty Rossella Pezzino de Geronimo, per stringere il “patto” per la rinascita del quartiere. Partendo dalla pulizia. Non a caso nei giorni scorsi gli operatori della Dusty avevano bonificato strade e piazze del quartiere Nesima, attraverso un avanzato sistema meccanizzato di spazzamento, tagliato erbacce che invadevano i marciapiedi, e rimosso rifiuti di ogni tipo sparsi lungo il territorio all’interno delle aiuole. Ma questo, da solo, non basta.

“La Dusty sta provvedendo a ripulire i quartieri con uno sforzo capillare mai visto finora. Ma il cambiamento deve essere radicale perché è un dovere che abbiamo come cittadini - ha detto il sindaco Salvo Pogliese - in senso sociale ed economico: solo 7% della spazzatura di Catania è differenziata, il 93% va a finire in discarica, con costi elevatissimi da sostenere per il Comune che si traducono in tasse elevate per i cittadini. Che noi vorremmo ridurre. Ma per farlo, occorre l’aiuto di tutti”. Accolto con convinzione l’obiettivo di ordine, pulizia e decoro che Dusty ha lanciato all’Amministrazione comunale, la campagna etica del progetto di rigenerazione urbana “La chiave della bellezza” per salvaguardare il territorio, punta infatti a sensibilizzare i residenti affinché inizino a sentire proprie, le strade, le piazze e gli ambienti dei quartieri, contribuendo al mantenimento della pulizia.

“Io - spiega Rossella Pezzino de Geronimo, amministratore Dusty - definisco chi sporca la città “ladri di bellezza” perché devastano i quartieri senza pietà che invece vanno difesi, tutelati, ma anche rispettati dai cittadini stessi che per primi dovrebbero impegnarsi a mantenere l’ordine e a non buttare indiscriminatamente la spazzatura ovunque come avviene attualmente”. L’incontro di Piazza S. Pio X a Nesima è stato il secondo del progetto etico della “Chiave della Bellezza”che interesserà le Municipalità, affinché tutti i quartieri di Catania siano setacciati e bonificati, allo scopo di stringere il “patto” per la rinascita della città. Tutta. Senza differenze tra quartieri del centro e quelli periferici. “Grazie all’Amministrazione comunale che rappresento - ha detto il presidente della V Circoscrizione Angelo Patanè - e alla Dusty, sta iniziando un percorso virtuoso che poterà beneficio a tutti. Perché i “padroni” dei quartieri sono i cittadini: vivere in una città pulita, in cui decoro e sicurezza siano la norma, deve essere la mission dei catanesi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prossima tappa della campagna “La chiave della bellezza” sarà nel quartiere di Cibali. Già dalla prossima settimana, gli operatori Dusty avvieranno le operazioni di bonifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento