Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Nessuna tregua per i posteggiatori abusivi: 143 denunce

A seguito delle numerose denunce operate dagli equipaggi della polizia e dalle altre forze di polizia, la Procura ha emesso, nel solo periodo di marzo-aprile 2021, altri 11 avvisi di conclusione Indagini preliminari

È giunta a un grande livello di efficacia l’attività di contrasto al fenomeno dei posteggiatori abusivi a Catania posta in essere dalla Questura di Catania, sul piano preventivo, e rilanciata dalla Procura della Repubblica sul piano repressivo. A seguito delle numerose denunce operate dagli equipaggi della polizia e dalle altre forze di polizia, la Procura ha emesso, nel solo periodo di marzo-aprile 2021, altri 11 avvisi di conclusione Indagini Preliminari che, sommandosi a quelli già adottati nel periodo in esame, raggiungono un totale di 64 informazioni di garanzia, tutte notificate agli indagati.

Non si tratta, in sintesi, della mera liberazione del suolo urbano da questa piaga molesta e talvolta pericolosa; è, invece, un’operazione di trasparenza e di conquista della legalità e di civiltà a 360°: il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, in Prefettura, è stata la sede di decisione dell’adozione della strategia, i cui aspetti attuativi e organizzativi sono stati gestiti dalla Questura che ha coordinato i vari servizi con apposite ordinanze, coinvolgendo di volta in volta carabinieri, guardia di finanza e polizia locale ma che ha visto, poi, l’azione forte e determinata della Procura della Repubblica, mediante il diretto interessamento del Procuratore Carmelo Zuccaro.

E i risultati sono notevoli. Complessivamente i parcheggiatori abusivi censiti e sanzionati sono 364 e 1286 sono le sanzioni amministrative ad essi contestate ai sensi dell’art. 7 co. 15bis del Codice della Strada. Sono 143 i posteggiatori abusivi denunciati all’Autorità giudiziaria e il totale delle comunicazioni di notizia di Reato inoltrate all’Autorità giudiziaria sono 242, in considerazione delle recidive.

Al reato “su strada” si aggiunge l’indebita percezione di fondi statali: sono state inoltrate 32 le richieste di revoca di reddito di cittadinanza indebitamente percepito dai posteggiatori abusivi e, di esse, 21 sono giunte a buon esito; la protervia nel reiterare i comportamenti illegali trova una prima misura di prevenzione nell’Avviso orale: il questore Della Cioppa ne ha emessi in tutto 65, aprendo, di fatto, la strada alla valutazione giudiziaria della pericolosità sociale di questi individui che, perseverando nel delinquere, rischiano la sottoposizione alla sorveglianza speciale, infatti, sono già 3 coloro in tal senso proposti al Tribunale Ufficio Misure di prevenzione. Infine il Dacur: una misura di prevenzione “atipica” che il Questore di Catania ha applicato a 34 posteggiatori abusivi, generando un flusso di denunce scaturite dalla refrattarietà di taluni sottoposti a rispettare la legge.

La violazione di quello che è anche conosciuto come “Daspo Urbano”, infatti, comporta la relativa fattispecie di reato che contribuisce ad aggravare il carico giudiziario dei responsabili, con ciò rimarcando il carattere delinquenziale di questo fenomeno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna tregua per i posteggiatori abusivi: 143 denunce

CataniaToday è in caricamento