Cronaca

Nokia-Siemens: continua la mobilitazione, domani sit-in davanti la prefettura

Dopo la terribile decisione della multinazionale di chiudere le sedi siciliane, i lavoratori della Nokia-Siemens hanno iniziato uno sciopero di 8 ore che proseguirà anche domani davanti la prefettura di Catania

Prosegue la mobilitazione dei lavoratori Nokia-Siemens di Catania, oggi tutti i dipendenti hanno aderito allo sciopero di otto ore rimanendo riuniti davanti i cancelli dell'azienda .

La protesta continuerà domani mattina davanti la prefettura di Catania -  dichiara il vice segretario nazionale Ugl Metalmeccanici Luca Vecchio - chiediamo la convocazione di un tavolo con tutte le istituzioni locali per individuare al più presto una soluzione alternativa alla delocalizzazione delle attività finora svolte nella sede etnea".

La decisione dell'azienda di procedere ai 445 licenziamenti su 1.104 dipendenti è arrivata lunedì mattina con una lettera inviata ai sindacati.

"Lunedì prossimo saremo a Milano presso la sede di Assolombarda per avviare con l'azienda un confronto sulla procedura di mobilità aperta a livello nazionale. Non ci fermeremo - conclude il sindacalista - e faremo tutto il possibile per evitare gli esuberi e l'abbandono della Sicilia da parte della multinazionale per delocalizzare all'estero. Le istituzioni  devono mobilitarsi subito affinché i lavoratori non paghino ancora una volta il costo di decisioni unilaterali e di mancate assunzioni di responsabilità da parte di chi governa il territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nokia-Siemens: continua la mobilitazione, domani sit-in davanti la prefettura

CataniaToday è in caricamento