rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Nomina comandante polizia locale di Scordia, le consigliere Contarino e Bonaciti contro il Comune

“L' amministrazione ha violato le procedure: lo conferma la Regione”, commentano le consigliere comunali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Sulla nomina del nuovo comandante della polizia locale del Comune di Scordia le consigliere Maria Contarino, del M5S, e Maria Bonaciti (Fare Bene per Scordia), avevano avanzato sin da subito delle perplessità sulla legittimità. Le esponenti consiliari hanno denunciato i fatti all’assessorato regionale alle Autonomie Locali, alla Procura e alla Corte dei Conti. Lo scorso 22 marzo è arrivata la nota di chiarimento della Regione così commentata dalle consigliere. “A poco più di un anno dalla nostra denuncia abbiamo ricevuto, da parte dell'assessorato regionale alle Autonomie locali, la conferma di quanto sospettavamo: l'iter per la nomina di Giovanni Berto a comandante dei Vigili urbani di Scordia ha violato le procedure normative” “Al sindaco Barchitta e alla allora segretaria Minniti, avevamo chiesto di ritirare il provvedimento per evitare sanzioni. Questo non fu fatto e quindi, per tutelare il Comune e la Cittadinanza di Scordia, siamo dovute passare alla denuncia all’assessorato alle Autonomie locali, alla Procura della Repubblica di Caltagirone e alla Corte dei conti regionale”, proseguono le consigliere comunali Maria Contarino, (M5S) Maria Bonaciti, (Fare bene per Scordia). “Il procedimento ispettivo avviato dalla Regione ha confermato i nostri dubbi. Non sarebbe stata effettuata una corretta ricognizione delle professionalità esistenti e per di più il Comune avrebbe proceduto all'assunzione del nuovo comandante infrangendo la norma che ne prevede il divieto in assenza dell’approvazione degli strumenti finanziari e contabili. Un orientamento che era stato richiamato anche dal responsabile di Area che ha più volte ravvisato profili illegittimità qualora si fosse proceduto all'assunzione in assenza di bi lancio e del piano triennale dei fabbisogni approvati ma l’amministrazione è andata avanti ugualmente”. “L'assessorato ci ha dato adesso ragione, la Procura, in attesa anche del parere della Regione, darà presto il suo responso. La Corte dei conti ha invece tempi molto più lunghi. In ogni caso siamo soddisfatte e esprimiamo solidarietà a Orazio Manuele, responsabile dell'area finanziaria del Comune, attaccato ingiustamente per essersi opposto all'assunzione di Berto, perché contraria ai regolamenti”, concludono Contarino e Bonaciti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomina comandante polizia locale di Scordia, le consigliere Contarino e Bonaciti contro il Comune

CataniaToday è in caricamento