Nomina di Sergio Serafini ad assessore al Comune di Catania

Una nomina che dà nuova linfa all'amministrazione e che ci consegna uno strumento eccezionale per portare avanti iniziative rivolte ai giovani e meno giovani"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Una nomina che dà nuova linfa all'amministrazione e che ci consegna uno strumento eccezionale per portare avanti iniziative rivolte ai giovani e meno giovani". Questa è stata la prima reazione dei componenti di Merito e Cambiamento dopo l'ufficializzazione della nomina ad Assessore al Comune di Catania di Sergio Serafini. In un momento nel quale il dibattito sulla politica e l'antipolitica si infuoca questo ingresso in giunta rappresenta certamente una mossa in controtendenza rispetto alle logiche di spartizioni delle segreterie politiche.

 Per questo non possiamo che ringraziare il Sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, per aver deciso di puntare su uno dei nostri fondatori riconoscendogli capacità, percorso politico e qualità umane. Le deleghe attribuitegli, tra le quali Innovazione tecnologica, Nuove arti e culture, Inform@Giovani, Accoglienza turistica e  Rapporti con l'Università rappresentano uno strumento, pur nelle condizioni di grande ristrettezza delle casse comunali, per tendere a modelli europei virtuosi e permettere a Catania di fare un salto di qualità.


"Questo Assessorato rappresenta per noi un onore ed un onere straordinario - dichiara Sergio Serafini, nuovo Assessore del Comune di Catania. Ciò che più mi dà forza e fiducia è la consapevolezza di avere al mio fianco importanti amministratori della Provincia di Catania che mi supporteranno e coadiuveranno nello svolgimento dei miei compiti. Sono consapevole di non poter cambiare Catania in soli sei mesi e che oggi, dopo una importante opera di risanamento compiuta da questa amministrazione, non abbiamo molte risorse a disposizione. Sono convinto però che si possano portare avanti iniziative a costo zero o a bassissimo impatto economico al fine di dare respiro alla nostra Città. Penso per esempio alla creazione di strumenti che mettano in condizione i cittadini, e soprattutto le nuove generazioni, di interagire facilmente con l'amministrazione comunale. Penso ai tanti artisti giovani che oggi non trovano un punto di riferimento per emergere e mostrare le loro capacità. Penso a sistemi di automazione che renderebbero la quotidianità dei cittadini molto più confortevole. Molte sono le idee in cantiere e tante sono le proposte che mi stanno pervenendo. Sono certo che alla fine di questi 6 mesi potremo mostrare un bilancio positivo ai Cittadini catanesi.

Torna su
CataniaToday è in caricamento