Notaio Ciancico: domani l'udienza preliminare

E' in programma per domani l'udienza preliminare a carico del notaio Vincenzo Ciancico accusato di falso truffa e peculato

E' in programma per domani l'udienza preliminare a carico del notaio Vincenzo Ciancico accusato di falso truffa e peculato.

La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio e individuando a quanto pare 64 parti offese che avrebbero versato al notaio quasi un milione di euro in meno di due anni. Secondo indiscreziioni, di questo denaro, all'erario non sarebbe stato versato un solo euro.

Il notaio Vincenzo Ciancico, ex presidente dell'Ordine dei Notai, e' tornato in libertà lasciando gli arresti domiciliari gia' nell'agosto dello scorso anno. Decisione presa dal gip Laura Benanti, che su istanza del legale del professionista ha accolto la richiesta ritenendo cessate le esigenze cautelari. Il legale Giovanni Grasso, aveva dichiarato che il magistrato ha accolto l'istanza avanzata dalla difesa "all'esito dell'interrogatorio reso da Ciancico e ai chiarimenti da lui forniti", rilevando la "totale insussistenza di esigenze cautelari". Le indagini sono state condotte dai finanzieri del Comando Provinciale di Catania, coordinati dal Sost. Procuratore della Repubblica, dott.ssa Tiziana Laudani.
 
Secondo l'accusa, l'insospettabile professionista aveva architettato un sistema quasi perfetto per integrare i suoi guadagni: stipulava gli atti, facendosi consegnare le somme per le imposte dovute (registro, ipotecarie e catastali) e, invece di trasmettere all'agenzia delle entrate l'atto originale sottoscritto dai clienti, ne inviava uno falso - da lui stesso predisposto - inserendovi una falsa clausola con la quale il professionista autoliquidava le imposte secondo un regime fiscale agevolato nella maggior parte dei casi non spettante ai contraenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ciancico era stato arrestato il 22 luglio scorso dalla guardia di finanza a Catania per falso in atto pubblico, peculato e truffa aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento