rotate-mobile
Cronaca

Nuova viabilità interna del Policlinico, Cisl e Fials chiedono modifiche

La denuncia dei sindacati: a una settimana dall'adozione del nuovo piano per la viabilità e per la sosta all'interno del Policlinico, emergono alcune criticità che rendono difficoltosa la circolazione all'interno del polo ospedaliero

La nuova viabilità del Policlinico di Catania scontenta i sindacati. Sono ben due le note giunte da due diverse sigle: la Cisl Funzione Pubblica e la Fials chiedono modifiche urgenti poiché sarebbero emerse alcune criticità che rendono difficoltosa la circolazione all'interno del polo ospedaliero.

"Diversi dipendenti denunciano disagi in seguito all'adozione del nuovo piano per la viabilità e sosta del Policlinico Rodolico di Catania": è quanto dichiara il segretario generale della Cisl Funzione Pubblica di Catania, Danilo Sottile. "In particolare - continua Sottile - i problemi riguardano il traffico nei pressi dell'ospedale, con possibili problemi anche per l'accesso da parte dei pazienti, e la distribuzione dei parcheggi, soprattutto quelli per dipendenti".

"La scelta di spostare l'ingresso all'area adiacente il parcheggio multipiano, subito dopo il pronto soccorso - dice Sottile - e di canalizzare tutte le uscite sul numero 78 ha fatto sì che tutto il traffico del Policlinico debba immettersi su via Santa Sofia per raggiungere il resto della città. Questo causa un sovraccarico che potrebbe pregiudicare un accesso agevole al Pronto Soccorso, e ha già causato disagi nella circolazione soprattutto negli orari di inizio e fine turno, quando i dipendenti del Policlinico si sono trovati a fare code anche di venti minuti prima di poter entrare o uscire dal luogo di lavoro"

Cisl FP richiama l'attenzione anche sulla distribuzione dei parcheggi all'interno del Policlinico Rodolico: "Era stato concordato con l'azienda che gli stalli all'interno del Policlinico sarebbero stati riservati ai dipendenti - dice Sottile - ma già in questi primi giorni abbiamo potuto constatare più volte l'occupazione dei parcheggi da parte di mezzi di ditte e persone non dipendenti, e che dunque non avrebbero avuto titolo a superare i varchi di controllo. Dato che gli accessi sono regolati con registrazione delle targhe dei dipendenti o tesserino, vorremmo sapere in che modo questi mezzi possano raggiungere l'area interna del Policlinico".

"Il nuovo piano di viabilità - dice Sottile - deve confrontarsi con la realtà del Policlinico e con ritmi consolidati di lavoro al suo interno. Per questo chiediamo di modificare parzialmente la viabilità, riaprendo l'uscita adiacente alla cardiologia, contribuendo in questo modo ad alleggerire il traffico dall'uscita principale. Chiederemo all'azienda, inoltre, un confronto sul problema dei parcheggi".

Fials: "Troppi ingorghi"

Il sindacato Fials segnala file di veicoli incolonnati per tutta la circonvallazione di Catania e per giungere alla struttura ospedaliera spesso occorre più di un’ora. Lo scrivono in una nota Agata Consoli, segretario provinciale Fials Catania, il coordinatore aziendale Giuseppe D’Angelo e Salvo Belfiore, coordinatore provinciale Fials 118. I sindacalisti  denunciano i disagi segnalati dai lavoratori e in particolare subiti dai mezzi di emergenza a causa dell’assenza di un apposito varco di priorità per il transito in emergenza delle ambulanze del 118, costrette ad accodarsi per uscire dal nosocomio anche durante chiamata di soccorso. 

Il sindacato spiega di avere ricevuto numerose segnalazioni da medici, infermieri, Oss, ausiliari, tecnici di radiologia, tecnici di laboratorio, e specialmente riguardo al padiglione 4 e al pronto soccorso. “La nuova configurazione del piano di viabilità - spiegano Consoli, D'Angelo e Belfiore -  comporta l'impossibilità di trovare in un lasso di tempo medio una regolare collocazione dei mezzi di trasporto utilizzati dai dipendenti per recarsi presso il luogo di lavoro. Si creano quindi notevoli file di veicoli incolonnati. Inoltre sono stati chiusi dei varchi che consentivano un agevole spostamento tra i reparti, come ad esempio quello innanzi il padiglione 8 che consentiva di giungere presso il plesso di Anatomia patologica. Ci è stato anche riferito che i dipendenti devono obbligatoriamente recarsi in via S. Sofia 88 per poter convalidare il badge, altro elemento che crea ingorgo e confusione, con ulteriori disagi ai lavoratori e un ritardo nella turnazione”.

La Fials chiede quindi “attuare un valido ed efficiente piano di viabilità, consentendo facilità di parcheggio e di timbratura ai dipendenti, in modo da poter tornare a creare i presupposti per poter far sì che la struttura ospedaliera funzioni e sia possibile fornire quel presidio di emergenza e urgenza per il quale nasce un pronto soccorso”. In una nota al direttore generale del Rodolico, la Fials spiega di rendersi conto che tale situazione è stata ereditata ma chiede di intervenire subito per porre fine ai disagi e alle criticità evidenziate. “ In mancanza di una celere valida risposta sarà proclamato lo stato di agitazione e azioni di protesta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova viabilità interna del Policlinico, Cisl e Fials chiedono modifiche

CataniaToday è in caricamento