rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

La polizia esegue 15 misure di prevenzione applicando la sorveglianza speciale

I “nuovi” sorvegliati speciali saranno segnalati per l’eventuale revoca della patente di guida e sono stati invalidati i loro titoli per l’espatrio. Dovranno cercare un lavoro stabile, fissare la propria dimora comunicando l'indirizzo all'autorità giudiziaria e non allontanarsi senza preventivo avviso

La polizia di Stato di Catania ha eseguito 15 misure di sorveglianza speciale nell’ultimo mese, eseguendo le disposizioni della sezione misure di prevenzione del tribunale etneo. Sono state richieste ed applicate a carico di soggetti per i quali è stata accertata dal tribunale l’attuale pericolosità sociale, in quanto gravemente indiziati di gravi reati (maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, traffico di sostanze stupefacenti, delitti contro la persona ed il patrimonio). Come previsto dal codice Antimafia, i “nuovi” sorvegliati speciali saranno segnalati per l’eventuale revoca della patente di guida e sono stati invalidati i loro titoli per l’espatrio (carta d’identità, passaporto). Dovranno cercare un lavoro stabile, fissare la propria dimora comunicando l'indirizzo all'autorità giudiziaria e non allontanarsi senza preventivo avviso. Non potranno frequentare abitualmente persone che hanno subito condanne e sono sottoposte a misure di prevenzione o di sicurezza, non potranno rincasare oltre le 21 e uscire prima delle 6 del mattino senza comprovata necessità e non potranno detenere armi.

Le misure di prevenzione

C.M.G. di 40 anni, è stato raggiunto dal divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’ex compagna per la durata di 2 anni, poiché gravemente indiziato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della donna e già condannato, con sentenze definitive, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali sempre nei confronti della stessa.

L.A., 36enne è destinatario del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’ex fidanzata per la durata di 1 anno e 6 mesi, poiché gravemente indiziato di atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata e già condannato, con sentenze definitive, per detenzione e offerta illecite di sostanze stupefacenti.

V.A. di 60 anni, dovrà rispettare l'obbligo di soggiorno per la durata diun anno, poiché già condannato, con sentenze definitive, per diversi furti e ricettazione, nonché gravemente indiziato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati e ricettazione.

M.F.A. di 41 anni, è destinatario di analoga misura per un anno e 6 mesi poiché già condannato, con sentenze definitive, per rapina in concorso, detenzione illegale di armi, ricettazione e tentata rapina e gravemente indiziato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei reati di ricettazione, spaccio di sostanze stupefacenti, tre tentati furti in abitazione e tre furti in abitazione.

N.M., 29enne, è stato colpito dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per 2 anni poiché già condannato, con sentenze definitive, per furto, furto in concorso e porto di armi e gravemente indiziato di gravi reati contro la persona quale tentato omicidio e di appartenere ad un’associazione dedita al traffico di stupefacenti.

B.A. di 42 anni,è destinatario di analogo provvedimento per anni 3 poiché già condannato, con sentenze definitive, per furto in abitazione continuato ed in concorso e traffico di sostanze stupefacenti continuato in concorso e gravemente indiziato di resistenza al pubblico ufficiale, reati in materia di armi e tentato omicidio aggravato, come esecutore .

S.G.G. di 26 anni, è stato colpito dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per 3 anni poiché già condannato, con sentenze definitive, per diversi furti aggravati in concorso e gravemente indiziato di porto e detenzione di armi da guerra, ricettazione e detenzione di arma clandestina, detenzione di banconote false, traffico di sostanze stupefacenti e partecipazione, con ruolo di organizzatore, ad un’associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico.

Il 53enn P.A.C.  dovrà rispettare la sorveglianza speciale per 2 anni poiché già condannato, con sentenze definitive, per rapina, furto aggravato, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori, nonché gravemente indiziato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una rapina e due tentate rapine perpetrate ai danni di diversi autotrasportatori.

L.M., di 46 anni,  dovrà rispettare analogo provvedimento per un anno poiché già condannato, con sentenze definitive, per rapina in concorso ai danni di un Istituto Bancario e ricettazione in concorso e gravemente indiziato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un’ulteriore rapina aggravata e sequestro di persona commessa con armi ai danni di un autotrasportatore.

I.S. di anni 47 dovrà rispettare le regole della sorveglianza speciale per 2 anni poiché, nonostante già condannato con sentenze definitive per spaccio di sostanze stupefacenti, rapina aggravata, sequestro di persona commessa ai danni di un esercizio commerciale dal quale aveva rubato merce per un valore complessivo di circa 300mila euro, porto di armi e rapina in concorso, nel corso della detenzione non ha tenuto un comportamento rispettoso del regolamento penitenziario, tanto da essere stato trasferito più volte per ragioni di ordine e sicurezza.

 I.D. di 49 anni, è stato raggiunto dalla stessa misura di prevenzione in quanto già condannato, con sentenze definitive, per diverse rapine consumate e tentate, già sottoposto alla sorveglianza speciale, violata più volte, furto e traffico di sostanze stupefacenti in concorso, nonché, in ultimo, gravemente indiziato di furto in abitazione.

A.G. di 32 anni, è stato raggiunto da una misura di prevenzione della sorveglianza speciale per un anno e 6 mesi poiché già condannato, con sentenze definitive, per resistenza al pubblico ufficiale, furto aggravato, evasione e furto aggravato e gravemente indiziato di reati contro il patrimonio quali furto aggravato di energia elettrica.

V.G. di 58 anni per un anno e 6 mesi dovrà rispettare la sorveglianza speciale poiché, nonostante già sottoposto a questa misura, ha continuato a delinquere riportando diverse condanne per traffico di sostanze stupefacenti continuato ed in concorso e resistenza al pubblico ufficiale ed è gravemente indiziato per rapina aggravata.

N.A. di 43 anni  sarà sorvegliato speciale per 2 anni poiché già condannato, con sentenza definitiva, per furto in abitazione e gravemente indiziato di tentato furto in concorso, spaccio di sostanze stupefacenti e nove furti aggravati commessi nell’ultimo biennio.

C.F., di 59 anni, è stato colpito dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per il periodo residuo ancora da espiare di un anno e 9 mesi poiché, nonostante già condannato con numerose sentenze definitive, per rapina, ricettazione, riciclaggio, acquisto e detenzione di sostanze stupefacenti e altro, nel corso della detenzione domiciliare ha continuato a delinquere rendendosi responsabile di diverse truffe commesse su internet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia esegue 15 misure di prevenzione applicando la sorveglianza speciale

CataniaToday è in caricamento