menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A casa per il Coronavirus, torna in carcere esponente dei Santapaola

Era stato arrestato lo scorso ottobre per scontare in carcere un cumulo di pene equivalenti ad oltre 17 anni di reclusione per un’estorsione

I carabinieri della stazione di Camporotondo Etneo hanno arrestato a San Pietro Clarenza il 59enne catanese Alfio Cristaldi, eseguendo un provvedimento restrittivo emesso dal tribunale di sorveglianza di Catania. Era stato arrestato lo scorso ottobre per scontare in carcere un cumulo di pene equivalenti ad oltre 17 anni di reclusione per un’estorsione, commessa per conto del clan Santapaola-Ercolano ai danni di uno stabilimento balneare di Catania e per rapina aggravata, reati commessi nel capoluogo etneo tra il 2010 e il 2015.

Lo scorso 18 marzo, per sue pregresse patologie, Cristaldi era stato scarcerato dal carcere di Parma il cui servizio di infermeria era stato temporaneamente sospeso a causa del Coronavirus e quindi ammesso alla detenzione domiciliare nella sua abitazione di San Pietro Clarenza. Adesso, con ulteriore provvedimento del tribunale che si è espresso anche sulla scorta del parere formulato dalla Procura Distrettuale Antimafia di Catania, è stato arrestato e condotto presso il carcere catanese di Bicocca da dove, in seguito, verrà nuovamente tradotto nel carcere parmense “Capuano-Marchesano-Patrone” per completare l’espiazione della pena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Sicurezza

Cucina senza cattivi odori? I rimedi naturali

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento