Nuovo focolaio nello stabilimento KalatImpianti, nube tossica su Grammichele

L'aria attorno all'azienda è irrespirabile, a causa delle tonnellate di plastica che hanno preso fuoco. Il sindaco di Grammichele ha diramato un'allerta "media" invitato i cittadini a tenere le finestre chiuse

Nuovo focolaio all'interno dello stabilimento di KalatImpianti, l'azienda che si occupa di impianti di trattamento, recupero e valorizzazione dei rifiuti tra Grammichele e Caltagiorne. Dopo avere spento le fiamme che si erano sviluppate due giorni fa nell'impianto, all'alba di oggi il fuoco ha ripreso a colpire il sito.

L'aria attorno all'azienda è irrespirabile, a causa delle tonnellate di plastica che hanno preso fuoco. Distrutti anche alcuni macchinari. L'Arpa ha sistemato una centralina per rilevare il grado di inquinamento, mentre il sindaco di Grammichele ha diramato un' allerta 'media' invitando i cittadini a tenere chiuse le finestre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento