Nuovo sopralluogo, prima tappa Borgo-Sanzio: il parco Madre Teresa di Calcutta

Proseguono i sopralluoghi nelle Municipalità della Commissione lavori pubblici del Comune con una seduta itinerante nel quartiere Borgo-Sanzio. Su segnalazione del presidente della terza Circoscrizionee della consigliera comunale

Proseguono i sopralluoghi nelle Municipalità della Commissione Lavori Pubblici del Comune di Catania, che oggi ha effettuato una seduta itinerante nel quartiere Borgo-Sanzio. Su segnalazione del presidente della terza Circoscrizione, Salvo Rapisarda, e della consigliera comunale Maria Ausilia Mastrandrea (componente della Commissione consiliare), il presidente Niccolò Notarbartolo (Pd) ha riunito la Commissione in particolare per verificare le condizioni del Parco Madre Teresa di Calcutta, di piazza Cavour, piazza Roma e dei luoghi abbandonati vicino la scuola Majorana, in via Ala.

Prima tappa è stata proprio il parco Madre Teresa di Calcutta, “un luogo vivo e frequentato – ha sottolineato il presidente della Commissione Notarbartolo – ma in cui purtroppo i vandali hanno distrutto le lampade e rovinato il percorso vita realizzato per gli amanti dello sport. Occorre pertanto che il Comune ripristini la pubblica illuminazione e il percorso vita e più in generale curi un po’ di più il decoro dei luoghi”. Il presidente della Terza Municipalità Rapisarda ha segnalato la necessità di “sistemare la recinzione esterna mancante in alcune zone, rendendo facili le incursioni notturne dei vandali”

Seconda tappa è stata la piazza Cavour. Durante il sopralluogo – al quale hanno preso parte anche i consiglieri di quartiere Marco Leonardi e Laura Sicari del Pd – si è potuto constatare che i bagni pubblici sono chiusi e che gli addetti alla manutenzione del verde “hanno lasciato inspiegabilmente cumuli di immondizia e materiale organico, ora in putrefazione all’aria aperta” ha lamentato il presidente Rapisarda. “Abbiamo verificato inoltre, e interverremo anche su questo aspetto,  che sono in totale abbandono i vecchi campi da bocce, realizzati senza criterio da passate amministrazioni, e che andrebbero trasformati in aiuole – prosegue Notarbartolo – Un intervento dal costo relativamente limitato che darebbe sicuramente decoro all’area ma che non si capisce perché venga costantemente rinviato”.

Il sopralluogo è proseguito nello spazio adiacente la scuola Maiorana, tra via Ala e via Rosselli. Spazio che è stato in passato parcheggio della Sostare, campo di Bike Polo, poi messo a disposizione dei 900 bambini della Majorana ed oggi è diventato un parcheggio sottoutilizzato. “Questo spazio sarebbe davvero una bella opportunità per i cittadini ed una sfida per l’amministrazione comunale – ha sottolineato ancora Notarbartolo – Oggi non esiste un progetto, ma le opportunità sono tante . Uno spazio che va riempito di significati, di vita e restituito ai cittadini: potrebbe essere luogo di aggregazione, potrebbero sorgervi campi sportivi, potrebbe essere utilizzato dall’Istituto Majorana, mentre al momento è solo un vuoto urbano privo di vita e di senso”. Quindi la delegazione è entrata nella scuola Majorana dove sul lato posteriore le radici di un grande eucalipto hanno divelto parte della recinzione e sollevato l’asfalto “creando una situazione di reale disagio, se non addirittura pericolo, per i bambini che escono numerosi dal plesso scolastico” precisa Laura Sicari, evidenziando il paradosso delle strisce pedonali che iniziano proprio accanto al cartello che segnala il pericolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quinta e ultima tappa, piazza Roma, dove il preside dell’Istituto De Felice ha segnalato il pericolo per studenti e insegnanti causato dalle condizioni della strada davanti l’ingresso della scuola, chiedendo di chiuderla al traffico perché troppo pericolosa. “Ma anche tutta la piazza avrebbe bisogno di un robusto intervento di manutenzione per le troppe buche presenti nella pavimentazione che rischiano di compromettere per sempre il disegno originale” ha concluso il presidente della Commissione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento