Oasi del Simeto, Lipu: "Manca la volontà di occuparsi della riserva"

In seguito all'incendio doloso del 16 luglio si è tenuto un incontro con l'assessore D'Agata che ha però, secondo l'associazione, non si è rivelato proficuo

La Lipu a seguito dell'incendio doloso avvenuto il 16 luglio nella riserva del Simeto che ha distrutto ben 300 ettari di riserva aveva chiesto al Sindaco Bianco, anche nella qualità di Sindaco dell'area Metropolitana di Catania e pertanto di ente gestore della RNO Oasi del Simeto, un incontro per conoscere quali determinazioni intendesse prendere per tutelare un'area naturale così importante, SIC e ZPS ai sensi delle Direttive Europee Habitat e Uccelli, e per la quale esiste una procedura di pre-infrazione da parte dell'UE per cattiva gestione. Il Sindaco ha incaricato l'assessore all'ambiente Rosario D'Agata a condurre l'incontro.  "Come prevedibile la competenza della riserva è solo marginale per l'assessorato all'ambiente. - scrive in una nota ufficiale la Lipu- infatti dovendo il Comune redigere il piano di utilizzo della preriserva del Simeto che coinvolge aspetti urbanistici per la demolizione degli edifici che non possono ottenere la sanatoria edilizia, dovrebbe essere l'Assessorato all'Urbanistica ad occuparsene".

"L'assessorato all'urbanistica a sua volta - continua nella nota la Lipu - deve dare delle indicazioni sulla redazione del piano di utilizzo e nello stesso tempo deve redigere da parte sua il piano di sistemazione per la zona A di Riserva. Abbiamo constatato quindiche non vi erano gli attori principali che potessero dialogare concretamente attorno ad un tavolo la riunione è stata spostata a data da destinarsi probabilmente dopo il prossimo periodo di ferie. E' da quasi 30 anni che le decisioni sulla riserva vengono rimandate! E intanto sono state prosciugate aree umide importantissime per la fauna della riserva, oggi ulteriormente impoverita dalla distruzione degli habitat anche a causa degli incendi, vengono perpetrati abusi continuamente, e sembra che ogni Ente che ha responsabilità (Comune, Area Metropolitana, Regione) stia ad aspettare la mossa dell'altro"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sollecitiamo il prossimo incontro in tempi brevissimi  - conclude la Lipu - e ci riserviamo di richiedere il commissariamento del Comune per la redazione del piano di utilizzo e la rescissione della convenzione Regione-Provincia, oggi area metropolitana di gestione della riserva. Sembra molto evidente una mancanza di volontà a voler occuparsi della riserva. Lo stato di degrado dell'area è la conseguenza di questa mancanza di volontà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento