Oasi del Simeto: Legambiente presenta esposto in Procura

Legambiente Catania ha presentato un esposto alla Procura etnea per segnalare una serie di abusi edilizi su tutto il litorale della Riserva naturale "Oasi del Simeto"

E' stato presentato da Legambiente Catania un esposto alla Procura etnea per segnalare una serie di abusi edilizi nella Riserva naturale "Oasi del Simeto". "La riserva naturale- ha spiegato il presidente della sezione provinciale dell'associazione ambientalista, Renato De Pietro- anche dopo la sua istituzione nel 1984 e l'affidamento in gestione alla Provincia Regionale di Catania nel 1988, è stata oggetto di innumerevoli violazioni, in gran parte da mettere in relazione al fenomeno dell'abusivismo edilizio, sorto prima ancora dell'istituzione dell'area protetta e, seppure in misura minore, attivo sino ad oggi".

"Su tutto il litorale della riserva, in prossimità dei villaggi abusivi, in occasione dell'approssimarsi della stagione estiva, sono stati effettuati con l'utilizzo di mezzi meccanici - denuncia De Pietro - interventi di 'ripristino' dei varchi ricavati tra le dune per consentire gli accessi al mare ai villaggi abusivi sorti a monte delle dune stesse. Tali interventi sono stati realizzati a causa del naturale processo di ricostituzione delle dune, che porta la sabbia a depositarsi nei suddetti varchi. Il risultato è stato che le già martoriate dune della riserva sono state incise ancora una volta e i rifiuti e la vegetazione naturale asportata sono stati ammassati a lato dei varchi stessi. Ciò è avvenuto, ad esempio, in tutto il tratto di litorale a Sud della foce del Simeto, sino ai confini dell'area protetta".

Legambiente nell'esposto fa riferimento ad "interventi che, oltre a violare in diversi punti il Regolamento della riserva naturale, rientrano nella fattispecie del reato di distruzione di ambienti naturali". Interventi, "di estrema gravità per diversi motivi. In primo luogo - lamenta il presidente De Pietro - riteniamo inconcepibile che ancora oggi possano essere posti in essere interventi illegittimi che mettano a repentaglio gli stessi fini costitutivi della riserva naturale".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Covid, bonus matrimonio: governo Musumeci stanzia oltre 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento