Cronaca

Oasi del Simeto, ruspe all'opera: soddisfazione di Legambiente Sicilia

"La foce del Simeto e le aree umide circostanti, zona a vincolo di inedificabilità assoluta e a rischio idrogeologico, sono assediate da oltre 3 mila case abusive - spiega Mimmo Fontana, presidente di Legambiente Sicilia- Una gigantesca lottizzazione illegale"

Ruspe all'opera nell'Oasi del Simeto. Dopo la decisione del Tribunale di Catania due costruzioni abusive realizzate nell'area sono state abbattute. Soddifazione viene espressa da Legambiente, secondo la quale è importante che "adesso non ci siano passi indietro".

"Perchè la foce del Simeto e le aree umide circostanti, zona a vincolo di inedificabilità assoluta e a rischio idrogeologico, sono assediate da oltre 3 mila case abusive - spiega Mimmo Fontana, presidente di Legambiente Sicilia -. Una gigantesca lottizzazione illegale, che per decenni le amministrazioni pubbliche hanno ampiamente tollerato tanto da favorire il sorgere di nuovi abusi".

"Aver ripreso in mano una situazione grave come quella dell'abusivismo edilizio nell'Oasi del Simeto - ha aggiunto Rossella Muroni, direttore nazionale di Legambiente - è un segnale importante e il lavoro della Procura della Repubblica di Catania in questo senso deve essere supportato da tutti, istituzioni, associazioni e cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oasi del Simeto, ruspe all'opera: soddisfazione di Legambiente Sicilia

CataniaToday è in caricamento