Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Librino

Scaricava rifiuti speciali nell'Oasi del Simeto, beccato dalla polizia

L'uomo aveva nel suo mezzo diversi secchi colmi di rifiuti e si apprestava a riversarli in un'area già contaminata da materiale di risulta

Nell'ambito dei servizi di controllo del territorio gli agenti del commissarato di Librino hanno passato al setaccio l'area dell'Oasi del Simeto, purtropop sfregiata da reati di naturale ambientale.

Un controllo effettuato all’interno del Villaggio Delfino ha permesso ai poliziotti di sorprendere un uomo che stava trasportando sul proprio veicolo rifiuti speciali pericolosi (materiale di risulta derivante da lavori edili). Probabilmente l'uomo era pronto a scaricare in piena Oasi del Simeto dove gli agenti avevano già notato vari cumuli di rifiuti. Così gli operatori di polizia hanno bloccato l'uomo e sequestrato penalmente il carico di rifiuti, indagando l'automobilista (un muratore con svariati precedenti di polizia), per il reato di trasporto e gestione illegale di rifiuti speciali.

Infine, all’interno del Villaggio Campo di Mare, è stato eseguito un controllo presso una falegnameria che versava in condizioni pessime sotto il profilo della sicurezza sui luoghi di lavoro con parti strutturali pericolanti; tra l’altro, il titolare era privo di sistemi di protezione individuale, con attrezzature non conformi e vetuste. Oltretutto, non ha esibito alcuna autorizzazione, ragione per la quale è stato informata la polizia locale per i successivi adempimenti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scaricava rifiuti speciali nell'Oasi del Simeto, beccato dalla polizia

CataniaToday è in caricamento