rotate-mobile
Cronaca

Occupato il liceo Principe Umberto, studenti: "La scuola è pubblica"

Intanto è finita l'occupazione di un altro liceo, il classico "Nicola Spedalieri", dove gli studenti sono tornati sui banchi in autogestione con assemblee e presidi alternati alle normali ore di lezione

Sono circa 300 gli studenti catanesi del Liceo scientifico Principe Umberto che stanno occupando l'istituto. Decine di loro, ieri sera, hanno dormito all'interno del liceo. Gli studenti hanno anche "girato" dei video visibili su Facebook nei quali urlano che "la scuola è pubblica, non si tocca e la difenderemo con la lotta".

Intanto, sempre a Catania, è finita l'occupazione di un altro liceo, il classico Nicola Spedalieri, dove gli studenti sono tornati sui banchi in autogestione con assemblee e presidi alternati alle normali ore di lezione. Anche loro hanno protestato per difendere il diritto allo studio e per avere spazi di agibilita' e confronto democratici. L'iniziativa è stata attivata contro il Ddl Carrozza di riforma scolastica e i tagli ai fondi per le scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupato il liceo Principe Umberto, studenti: "La scuola è pubblica"

CataniaToday è in caricamento