Università ed Officine Culturali siglano accordo per valorizzare beni culturali d'ateneo

Officine Culturali sarà partner dell’istituzione accademica etnea per i prossimi dieci anni

Fino al 2030 l’associazione Officine Culturali continuerà ad occuparsi della valorizzazione e della fruizione di alcune eccellenze del patrimonio culturale e museale dell’Università di Catania: il Monastero dei Benedettini con l’annesso Museo della Fabbrica, il Museo di Archeologia e l’Orto Botanico. E’ quanto previsto da un accordo di partenariato speciale pubblico-privato volto alla valorizzazione del patrimonio culturale dell’Ateneo, siglato lo scorso 6 maggio. L'accordo è stato reso possibile grazie allo strumento del Codice nazionale dei Contratti pubblici, che permette di sperimentare la fruizione del patrimonio culturale e la disseminazione della ricerca scientifica attraverso procedure semplificate di individuazione del partner privato, nell’ottica della co- gestione e della collaborazione con soggetti che esprimono ed interpretano le esigenze del territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Officine Culturali sarà partner dell’istituzione accademica etnea per i prossimi dieci anni, attraverso una serie di attività che riguarderanno principalmente azioni di valorizzazione di questi beni. Inoltre, sarà possibile formulare ed eventualmente attuare proposte programmatiche e progettuali per la valorizzazione e fruizione di altri siti monumentali e museali dell'Ateneo. “L’Università di Catania è il primo Ateneo italiano a servirsi di tale strumento – spiega il rettore Francesco Priolo -. Il partenariato permetterà di far diventare siti dal rilevante valore culturale dei potenziali laboratori di sperimentazione per lo sviluppo di pratiche formative aggiornate in cui potranno essere individuati nuovi modelli di gestione e di organizzazione culturale. L’accordo consente di rilanciare nel prossimo decennio il lavoro già condotto in piena sinergia tra l'Università e Officine Culturali dal 2010 ad oggi. Si tratta di una collaborazione fruttuosa che s’inserisce pienamente nel solco delle azioni previste di Terza Missione dell’ateneo e si prefigge la valorizzazione della ricerca e del patrimonio storico-artistico, le attività di formazione continua e di Public Engagement”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento