Ognina, sequestra la ex e la tortura per avere password facebook

Dopo averla sequestrata fisicamente per alcune ore, ossessionato da profonda gelosia l'aveva minacciata con un coltello per farsi consegnare il telefono cellulare e la password relativa al di lei profilo facebook

Ieri sera, personale del Commissariato Borgo – Ognina ha arrestato O.R.M. per lesioni, sequestro di persona, minaccia a mano armata e tentata violenza sessuale in danno della propria ex convivente.

Le indagini hanno avuto origine dalla denuncia per lesioni presentata dalla ex compagna dell’ arrestato il quale, nella notte tra il 28 ed il 29 settembre, mentre si trovava in compagnia di amici, aveva costretto l’ex convivente a seguirlo in un locale da ballo. 

Successivamente, lo stesso aveva condotto la donna - soggiogata psicologicamente per paura di ritorsioni - presso la propria abitazione ove, dopo averla sequestrata fisicamente per alcune ore, ossessionato da profonda gelosia l’aveva minacciata con un coltello per farsi consegnare il telefono cellulare e la password relativa al di lei profilo facebook.

L’ aveva ripetutamente percossa, causandole vistosi ematomi sugli arti inferiori e superiori. Infine, aveva tentato la riappacificazione proponendo un rapporto sessuale. Soltanto durante la mattina la vittima era riuscita a tornare a casa per poter poi ricorrere alle cure del pronto soccorso dove veniva refertata con una prognosi di 15 giorni.

La donna, aveva già presentato presso gli Uffici dello stesso Commissariato una richiesta di ammonimento nei confronti dell’ ex compagno per reiterate violenze psicologiche e fisiche, a seguito delle quali, aveva già fatto ricorso alle cure ospedaliere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento