menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio a Librino, bomba davanti alla casa del padre dei tre fermati

Un ordigno rudimentale è stato trovato due giorni fa davanti l'abitazione del padre dei tre fratelli fermati per il delitto: i fratelli Antonio, Michele e Davide Celso, rispettivamente di 42, 38 e 23 anni

Un attentato dinamitardo fallito e due incendi e un danneggiamento andati invece a buon fine. Sono le rappresaglie per l'omicidio del 39enne Daniele Massimiliano Di Pietro assassinato il 17 settembre scorso da due sicari nel popoloso rione Librino di Catania.

Un ordigno rudimentale è stato trovato due giorni fa davanti l'abitazione del padre dei tre fratelli fermati per il delitto: i fratelli Antonio, Michele e Davide Celso, rispettivamente di 42, 38 e 23 anni .

E' stato lo stesso Agatino Celso ad avvisare i militari dell'Arma che hanno fatto intervenire gli artificieri che hanno disinnescato la bomba: un cilindro metallico con all'interno polvere da sparo, chiodi e bulloni. Il padre dei Celso, che era agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio ed estraneo all'omicidio, e' stato successivamente condotto in carcere in seguito a una precedente segnalazione del commissariato della polizia di Stato di Librino. E oggi pomeriggio ignoti hanno fatto irruzione nella casa dell'uomo danneggiandola. Due incendi dolosi, la sera stessa dell'omicidio, sono stati invece appiccati, sempre nel rione Librino, a altrettanti negozi di familiari degli indagati.

I tre fratelli Celso sono stati sentiti oggi dal Gip in carcere nell'ambito dell'interrogatorio di convalida del fermo. Per l'omicidio e' indagato anche un minorenne.

Secondo la tesi dell'accusa, il delitto potrebbe essere maturato nell'ambito della gestione dello spaccio di droga. Le indagini dei carabinieri della compagnia Fontanarossa e del comando provinciale sono coordinate dal sostituto procuratore Marisa Scavo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento