Uccisero un allevatore a colpi di bastone, condannati due fratelli

Salvatore e Daniele Faciano Miraglia, di 57 e 45 anni sono stati condannati rispettivamente a 16 e 15 anni di carcere per l'omicidio di Giovanni Cutrera

Condannati dalla Corte di assise, rispettivamente, a 16 anni anni e a 15 anni e un mese di reclusione i fratelli Salvatore e Daniele Faciano Miraglia, di 57 e 45 anni, arrestati l'11 ottobre 2015 da carabinieri di Palagonia con l'accusa di avere ucciso Giovanni Cutrera, di 50 anni, con colpi di bastone a Vizzini. Daniele Miraglia è stato assolto dall'accusa di tentato di omicidio di una persona ferita mentre era con la vittima, per il fratello Salvatore invece il reato è stato derubricato in lesioni aggravate. Nella sentenza la Corte d'assise ha ritenuto prevalenti le attuanti generiche sulle aggravanti.

Erano stati i due fratelli, che sono assistiti dagli avvocati Francesco Villardita e Pia Giardinelli, a telefonare al 112 per segnalare l'aggressione. I carabinieri e il sostituto procuratore Antonia Sartori hanno anche raccolto le dichiarazioni di un giovane che era con Cutrera e che è rimasto ferito nell'aggressione. L'inchiesta è stata coordinata dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera.

Secondo quanto ricostruito dalla difesa, i Faciano Miraglia, grazie a una telecamera di sorveglianza avrebbero visto Cutrera e il giovane appiccare il fuoco a una loro auto, che era la terza a bruciare, facendo scattare la vendetta. Tra loro c'erano dei contrasti di vicinato tra allevatori. I legali dei due imputati hanno annunciato ricorso in appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento