Cronaca

Omicidio cimitero, esame sui capelli trovati sul corpo della vittima

Nell'inchiesta, aperta dalla Procura etnea, come atto dovuto, sono indagate cinque persone: due uomini, una coppia di romeni e il figlio della vittima, il sottufficiale della marina militare Fabio Matà

Si terrà oggi nella sede della polizia scientifica di Palermo l'esame sui capelli trovati sul corpo di Maria Concetta Velardi, la vedova di 59 anni assassinata con colpi di pietra il 7 gennaio scorso nel cimitero di Catania. Nell'inchiesta, aperta dalla Procura etnea, come atto dovuto, sono indagate cinque persone: due uomini, una coppia di romeni e il figlio della vittima, il sottufficiale della marina militare Fabio Matà. 

A trovare il cadavere era stato proprio il figlio della vittima, che l'aveva accompagnata a fare visita, come ogni giorno, al marito Angelo e all'altro figlio defunto, Lorenzo. Il corpo era non distante dalla cappella di famiglia.

Il sottufficiale si era allontanato per andare al bar e al ritorno, portando il caffè alla madre, l'ha trovata per terra, assassinata con colpi di pietra alla testa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio cimitero, esame sui capelli trovati sul corpo della vittima

CataniaToday è in caricamento