Omicidio di Ucrìa, Paternò a sostegno dell'accusato Salvatore Russo

E' lo stesso sindaco del comune catanese ad organizzare la mobilitazione in programma il prossimo 28 agosto in piazza Umberto

Arriva la manifestazione pubblica a sostegno di Salvatore Russo, ritenuto l'autore del duplice omicidio di Ucria che il 15 agosto è costato la vita ad Antonino e Salvatore Contiguglia. E' lo stesso sindaco del comune catanese ad organizzare la mobilitazione in programma il prossimo 28 agosto in piazza Umberto. "La nostra manifestazione - precisa Nino Naso - rappresenterà un gesto di vicinanza e di affetto nei confronti di una famiglia profondamente provata che in questi giorni vive momenti di grande disperazione per le sorti delle indagini portate avanti dalla Magistratura, che rispettiamo e che saprà certamente chiarire quanto accaduto ad Ucria. Si invitano tutta la cittadinanza, le istituzioni, le associazioni a partecipare per stringersi attorno alla famiglia di Salvatore Russo e per ribadire la nostra distanza e contrarietà ad ogni qualsivoglia forma di prevaricazione e violenza". Il primo cittadino di Patermò ribadisce anche la tesi secondo la quale Russo avrebbe agito per legittima difesa. "Russo non ha né cercato né voluto alcuna lite con chicchessia - precisa - ha invece semplicemente difeso come ha potuto se stesso, la sua famiglia e gli affetti più cari. La presenza dei figli, della moglie, dei nipoti, della sorella, parliamo di cinque bambini e due madri di famiglia, nel luogo della colluttazione e con il pericolo evidente della loro incolumità, ha fatto scattare l’istinto di autodifesa". Infine, un messaggio anche per i cittadini di Ucria. "Esprimiamo la nostra vicinanza alla comunità di Ucria ugualmente provata da altrettanto dolore, comunità che i paternesi conoscono bene e che hanno sempre apprezzato per la sua accoglienza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento