Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio al Fortino, 21enne ucciso dopo una lite: fermato il presunto assassino

Nella notte tra il 19 e il 20 dicembre Enzo Valenti è stato ucciso con un colpo di pistola in piazza Palestro. A sparare sarebbe stato il 18enne Danilo Guzzetta, dopo una lite per questioni legate ad una ragazza

Enzo Valenti ha perso la vita nella notte tra il 19 e il 20 dicembre dopo aver ricevuto un colpo di pistola in piazza Palestro. A sparare, sarebbe stato il 18enne Danilo Guzzetta. Il giovane è stato fermato dalla polizia per omicidio con l’aggravante di aver commesso il fatto per futili motivi e per detenzione e porto illegale di arma da fuoco.

Omicidio in piazza Palestro, ucciso un 21enne

L'agguato

Dopo una lite tra i due per questioni legate ad una ragazza che era stata prima con la vittima e poi con l'assassino Guzzetta avrebbe sparato e colpito a morte Enzo Valenti. La vittima è stata immediatamente trasportata al pronto soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele, ma sarebbe deceduta poco dopo a causa delle gravi ferite riportate al braccio e al torace.

Le indagini della polizia

Gli investigatori, tornati in piazza Palestro per raccogliere le prove necessarie e risalire all'autore dell'agguato avrebbero sin da subito sospettato del 18enne. Le testimonianze raccolte hanno poi confermato il quadro probatorio: Guzzetta aveva avuto una relazione sentimentale con una giovane che prima era invece legata a Enzo Valenti.

La confessione

Dopo due giorni dal delitto Danilo Guzzetta si e' presentato in Procura alla presenza del proprio difensore,  lo scorso 22 dicembre ha confessato di essere stato lui a sparare a Enzo Valenti. Ha anche raccontato di un primo litigio con la vittima, avvenuto sotto casa propria, e che poi i due si erano dati appuntamento al Fortino. Al nuovo incontro Guzzetta si è presentato armato di pistola e con altre persone.  L'arma è poi quella che ha usato  quando la lite con Valenti è degenerata. A quel punto il giovane è scappato rendendosi  irreperibile.

Danilo Guzzetta è ora  rinchiuso nel carcere di piazza Lanza: il gip di Catania Santino Mirabella ha convalidato il fermo del Pm ed ha emesso anche un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio al Fortino, 21enne ucciso dopo una lite: fermato il presunto assassino

CataniaToday è in caricamento