Omicidio Giordana, secondo i periti Luca Priolo è capace di intendere e di volere

In lui, secondo gli esperti, "si sarebbe attivata una rabbia narcisistica" per "eliminare l'oggetto che osava minacciarlo e che l'aveva umiliato nella sua immagine di uomo"

Luca Priolo è capace di intendere e di volere. A dichiararlo è il collegio di esperti nominato dal Gup di Catania, Loredana Pezzino, davanti al quale si celebra il processo col rito abbreviato condizionato a una perizia psichiatrica al 26enne che il 6 ottobre 2015 ha ucciso con 42 coltellate la sua ex convivente ventenne, Giordana Di Stefano, dalla quale aveva avuto una bambina.

Secondo i periti, nell'imputato "non si ravvisano elementi di piscopatologia che possono avere scemato la sua capacità di intendere o di volere, né prima, né durante, né dopo l'evento delittuoso".

In lui, inoltre, "si sarebbe attivata una rabbia narcisistica" per "eliminare l'oggetto che osava minacciarlo e che l'aveva umiliato nella sua immagine di uomo".

E per il collegio "non ha un disturbo della personalità". Nel processo sono state ammesse come parti civili i genitori, la sorella e la figlia di Giordana Di Stefano, che ha 'perso' il cognome del padre per 'assumere' quello della madre, assistiti dall'avvocato Ignazio Danzuso, che si è avvalso dei periti Maria Costanzo e Giuseppe Catalfo, e il centro antiviolenza Galatea, rappresentato dalla penalista Mirella Viscuso, con il perito Francesco Spadaro.

Priolo, assente oggi in aula, è difeso dall'avvocato Dario Riccioli che continua a "negare la premeditazione", ribadendo che il movente è da collegare a "un raptus del momento" dovuto alla "volontà di lei di non revocare la denuncia per stalking" nei suoi confronti. Prossima udienza il 9 maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento