Omicidio Giordana, per l'ex rinvio a giudizio per stalking

L'omicidio avvenne il giorno in cui si sarebbe dovuta tenere la prima udienza del procedimento, avviato dopo la denuncia della vittima del 3 ottobre del 2013

E' stato rinviato a giudizio per stalking Antonino Luca Priolo, il 24enne che il 6 ottobre 2015 ha ucciso con 48 coltellate la sua ex fidanzata Giordana Di Stefano, 20 anni, dalla quale aveva avuto una bambina di 4 anni.

Il giovane, fuggito dopo il delitto, era stato arrestato a Milano dai carabinieri su segnalazione del comando provinciale di Catania. L'omicidio avvenne il giorno in cui si sarebbe dovuta tenere la prima udienza del procedimento per stalking, avviato dopo la denuncia della vittima del 3 ottobre del 2013.

Da quell'episodio non erano più seguite altre segnalazioni e lei non si era costituita come parte lesa, ma la Procura di Catania aveva portato ugualmente avanti indagini e inchiesta.

Nell'esposto la 20enne segnalava di avere ricevuto dal padre di sua figlia messaggi assillanti, appostamenti e anche un'intrusione notturna in casa. Priolo è detenuto per l'omicidio. La prima udienza del processo per stalking si terrà il prossimo 21 aprile davanti la seconda sezione penale del Tribunale di Catania. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento