Omicidio Palagonia, indagini anche su complici italiani: accertata la violenza sessuale

"L'ipotesi che vi possano essere persone di nazionalità italiana che abbiano detto al migrante che in quella casa poteva esserci un 'tesoretto' è al vaglio degli inquirenti". Lo ha detto il procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, che ha incontrato la stampa per fare il punto sulle indagini sull'omicidio di Palagonia

"L'ipotesi che vi possano essere persone di nazionalità italiana che abbiano detto al migrante che in quella casa poteva esserci un 'tesoretto' è al vaglio degli inquirenti". Lo ha detto il procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, che ha incontrato la stampa per fare il punto sulle indagini sull'omicidio di Vincenzo Solano, 68 anni e di Mercedes Ibanez, 70 anni, uccisi nella loro villa in via Palermo, a Palagonia

E' anche accusato di violenza sessuale Mamadou Kamara, 18 anni, originario della Costa d'Avorio, ospite del Cara, fermato dalla polizia con l'accusa dell'omicidio. "Dall'accertamento autoptico - ha detto il procuratore Giuseppe Verzera - è stato riscontrato con certezza che l'ivoriano ha abusato della donna: "Percossa, violentata e gettata in fin di vita dal balcone". Nella richiesta di convalida del fermo compare anche il capo di imputazione per la violenza sessuale.

L'IVORIANO INCASTRATO ANCHE DA IMMAGINI VIDEO

"La scena del crimine è raccapricciante. Nella casa c'erano macchie di sangue dappertutto. Questo testimonia l'indole criminale da parte del giovanissimo ragazzo che ha solo 18 anni. Ci sono elementi talmente gravi che in breve tempo, ritengo, porteranno ad una sentenza di condanna. Quando commette il duplice omicidio, si cambia di vestiti, mette tutto in uno zaino e fa rientro al Cara", ha precisato Verzera.

LA VILLA DELL'OMICIDIO

AUTOPSIA SULLE VITTIME

"E' un episodio gravissimo perchè scuote l'ordine pubblico non solo di Palagonia ma di tutto l'hinterland di Mineo, perchè la gente non sta più tranquilla. La gravità è ancora più marcata per la circostanza che il soggetto, ospite richiedente di asilo, può avere avuto contatti con persone di nazionalità italiana, dai quali può aver ricevuto informazioni".

"Il Cara di Mineo è un'emergenza di Stato. L'ho detto in tutte le salse. E' necessario il potenziamento delle forze di polizia. E' necessario che le istituzioni prendano atto di una realta' su cui va posta attenzione e risolta. Il centro non puo' ospitare 3mila persone, perche' sono ingestibili". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento