Lo aveva ucciso e bruciato per gelosia, latitante arrestato a Parigi

Ignazio Sciurello è stato localizzato grazie alle intercettazioni telefoniche a Thiais, una piccola località a pochi chilometri da Parigi. Sarebbe stato lui l'autore dell'omicidio Pappalardo Massimo, trentaduenne di Valverde, avvenuto l'8 marzo scorso a Paternò

I carabinieri di Catania, in collaborazione con le autorità di polizia francesi, hanno catturato un pericoloso latitante a pochi chilometri da Parigi. L'arrestato è ritenuto l'autore materiale dell' efferato omicidio di Pappalardo Massimo, trentaduenne di Valverde, avvenuto l’8 marzo scorso a Paternò.

Massimo Pappalardo era stato ritrovato carbonizzato all’interno della propria autovettura nelle campagne paternesi (VIDEO).  42 anni, era titolare di una pizzeria da asporto ad Aci Trezza. Dalla ricostruzione dei carabinieri che hanno fermato due persone, M.D.S., 42 anni, e G.S., 54 anni, sarebbe stato ucciso per gelosia. Si ricercava il terzo uomo, che si trovava ai domiciliari ed è scomparso proprio il giorno del delitto.

GUARDA IL VIDEO DELL'ARRESTO

Ignazio Sciurello è stato localizzato grazie alle intercettazioni telefoniche a Thiais, una piccola località a pochi chilometri da Parigi. Sarebbe stato lui l'autore dell'omicidio, spalleggiato dal fratello e con la complicità di M.D.S,e a dare fuoco a Pappalardo nel tentativo di fare sparire il corpo della vittima.

Ieri Sciurello è stato fotografato e dopo l'ok da parte dei carabinieri è stato bloccato per strada. Alle autorità francesi ha fornito una carta di identità falsa, ma è stato subito arrestato su mandato europeo. Movente del delitto questioni di gelosia: Sciurello per gelosia ha assassinato e dato alle fiamme colui che riteneva il rivale in amore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento