menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Simona Floridia, il suo corpo mai trovato: a processo 26 anni dopo il delitto

Era uscita con degli amici e poi, prima di rientrare a casa, ricostruirono alcuni di loro, fece un giro in Vespa con Andrea Bellia, allora 19enne. Salta fuori la registrazione di una telefonata con un amico dell'imputato

Simona Floridia è scomparsa la sera del 16 settembre del 1992 da Caltagirone. Era uscita con degli amici e poi, prima di rientrare a casa, ricostruirono alcuni di loro, fece un giro in Vespa con Andrea Bellia, allora 19enne. Per l'accusa, sostenuta dal procuratore Giuseppe Verzera e dalla parte civile, i due sarebbero andati a monte San Giorgio dove avrebbero avuto una lite al culmine della quale, è la tesi condivisa dal Gip, il 19enne l'avrebbe gettata da un dirupo in una zona inaccessibile.

Per la difesa, invece, dopo un giro fatto insieme, Bellia con la Vespa avrebbe riaccompagnato Simona al centro, lasciandola viva vicino a un bar. Poi non l'avrebbe più vista. L'inchiesta si era conclusa con un'archiviazione del fascicolo.

E' stato il legale della famiglia Floridia, l'avvocato Giuseppe Fiorito, nello svolgere attività di 'indagini', a scoprire la registrazione di una telefonata tra un amico dell'imputato che alla propria fidanzata rivela che Bellia, dopo un incidente, pensando di essere a rischio vita, gli aveva confessato di essere stato lui l'autore del delitto.

La trascrizione della conversazione fa riaprire l'inchiesta e l'amico di Bellia, sentito durante un incidente probatorio per 'cristallizzare' le sue dichiarazioni che così diventano parte integrante del fascicolo, conferma quando aveva detto alla fidanzata al telefono. Ricostruzione che Bellia smentisce categoricamente, dichiarandosi innocente. L'insieme degli indizi che sono entrati a fare parte del dibattimento hanno portato alla decisione del Gup, Ivana Cardillo, di disporre il rinvio a giudizio dell'imputato per omicidio volontario premeditato dal a 26 anni dal delitto.

La prima udienza del processo si terrà il 13 settembre prossimo davanti la Corte d'assise di Catania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento