Giovane impiccata a Biancavilla, indagato a giudizio per cocaina

Venerdì dovrà comparire davanti al presidente dei Gip di Catania per essere processato col rito abbreviato con l'accusa di avere ceduto, la sera della morte di Valentina, tre dosi di droga ad altrettante persone

Giudizio immediato con l'accusa di spaccio di cocaina per Nicola Mancuso, il giovane indagato per l'omicidio di Valentina Salamone, la sua amante di 19 anni trovata impiccata in una villetta di Biancavilla nel luglio 2010.

Mancuso, sposato e padre di figli, aveva una relazione con la giovane e per il delitto ha subito otto mesi di carcere preventito. Venerdì dovrà comparire davanti al presidente dei Gip di Catania, Nunzio Sarpietro, per essere processato col rito abbreviato con l'accusa di avere ceduto, la sera della morte di Valentina Salamone, tre dosi di droga ad altrettante persone che si trovavano con lei nella villetta per una festa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento