Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Risolto il "giallo del cimitero": Maria Concetta Velardi uccisa dal figlio con pietre da 20 chili

I dettagli dell'indagine durata tre anni

 

Ci sono voluti tre anni di indagini per costruire un quadro probatorio completo e far scattare l'arresto di Fabio Matà, militare in servizio alla base aeromobili di Maristeli. Si tratta del figlio della 59enne Maria Concetta Velardi, uccisa barbaramente con dei pesanti massi nel tardo pomeriggio del 7 gennaio 2014, mentre si trovava nella cappella di famiglia al cimitero di Catania. L'uomo aveva costruito un alibi per evitare di essere incarcerato, recandosi dal meccanico senza un apparente motivo e portando perfino il caffè alla signora. Fu poi una terza persona a chiamare la polizia, usando il suo cellulare.

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento