Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, azzerate le cosche di Cesarò e Bronte

Tra i destinatari dei fermi anche i presunti capi dei due gruppi, Giovanni Pruiti e Salvatore Catania

Una nuova operazione antimafia è stata compiuta dai carabinieri contro i vertici delle cosche di Bronte e di Cesarò, nel Messinese. Il blitz interessa infatti l'area del parco dei Nebrodi, in cui e' forte la mafia dei pascoli e dove nel maggio scorso e' scampato a un agguato il presidente dell'ente Giuseppe Antoci.

La Dda di Catania ha disposto il fermo di una decina di indagati. Il provvedimento e' stato eseguito da carabinieri del ros del capoluogo etneo. Tra i destinatari dei fermi anche i presunti capi dei due gruppi, Giovanni Pruiti e Salvatore Catania. La procura chiederà la convalida dei provvedimenti nelle prossime ore al giudice per le indagini preliminari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento