rotate-mobile
Cronaca

Operazione antimafia, Scandurra (Sos Impresa): "Ventata di aria pulita in territorio condizionato"

Lo afferma Giuseppe Scandurra, vice presidente nazionale di Sos Impresa-Rete per la Legalità, commentando l’operazione "Terra Bruciata"

"Arriva una ventata di aria pulita in un territorio purtroppo a lungo condizionato dalla presenza della criminalità organizzata che ha impedito di respirare a numerosi imprenditori e famiglie oneste". Lo afferma Giuseppe Scandurra, vice presidente nazionale di Sos Impresa - Rete per la Legalità, commentando l’operazione “Terra Bruciata” che, all’alba di oggi, ha visto l’esecuzione da parte dei carabinieri del comando provinciale di Catania di misure cautelari nei confronti di oltre 30 indagati accusati tra l’altro di associazione di tipo mafioso, estorsione ed associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. L’inchiesta, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha consentito di disarticolare i componenti del gruppo mafioso dei Sangani, operante nella zona di Randazzo, inquadrato nel clan Laudani.

Blitz "Terra Bruciata", colpito il clan Laudani di Randazzo: i nomi degli arrestati

 "Si tratta di un pesantissimo colpo inferto dallo Stato nei confronti di chi per anni, come documentato dagli inquirenti, ha esercitato un asfissiante e capillare controllo del territorio ai danni di attività economiche della zona - aggiunge Scandurra - i cui titolari venivano intimiditi con minacce e danneggiamenti per sottostare al pagamento del pizzo. Proprio a quegli imprenditori, come coordinamento nazionale e regionale di Sos Impresa - Rete per la Legalità e con le nostre associazioni antiracket operanti sul territorio, vogliamo ribadire la vicinanza della nostra associazione, pronta a sostenerli ed accompagnarli nel loro percorso, con la certezza che solo il coraggio della denuncia può contribuire a recuperare la libertà perduta. Un grazie infine va alla Magistratura ed Carabinieri che con questa operazione hanno ridato un po’ di serenità a comunità che purtroppo negli anni hanno dovuto subire anche il trauma di gravissimi fatti delittuosi come quelli del 1993 con gli omicidi a Randazzo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione antimafia, Scandurra (Sos Impresa): "Ventata di aria pulita in territorio condizionato"

CataniaToday è in caricamento