Operazione antimafia, scoperto traffico di droga: arresti a Paternò

I 27 destinatari dei provvedimenti sono accusati di associazione mafiosa, estorsione, traffico di stupefacenti, detenzione e porto illecito d'arma. In manette personaggi di spicco appartenenti a Stidda e Cosa nostra di Mazzarino

Carabinieri

Sono state eseguite 27 ordinanze di custodia cautelare a seguito di un'operazione antimafia dei Carabinieri del Comando provinciale di Caltanissetta: scoperto un vasto traffico di droga destinato a rifornire la piazza di Mazzarino, proveniente dalle province di Enna e Catania. In manette personaggi di spicco appartenenti a Stidda e Cosa nostra di Mazzarino, a pochi chilometri da Gela, due organizzazioni criminali tradizionalmente rivali, ma che avevano stretto un patto per spartirsi gli affari, in prevalenza estorsioni e droga.

Un accordo di non belligeranza per dividersi i vasti introiti utilizzati anche per il sostentamento degli affiliati, liberi e in cella. I 27 destinatari dei provvedimenti, eseguiti tra Caltanissetta, Mazzarrini, Monza, Enna, Brescia, Spoleto, Fossombrone, Sambuca, Cinisello Balsamo e Paternò, sono accusati di associazione mafiosa, estorsione, traffico di stupefacenti, detenzione e porto illecito d'arma. Alcuni impresari sotto estorsione avevano assunto fittizziamente parenti dei boss per consentire loro di beneficiare del regime dell'affidamento in prova ai servizi sociali in luogo della detenzione carceraria. Nell'operazione, sono stati impiegati elicotteri, unità cinofile, 130 militari e 50 mezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento