menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione antimafia tra Agrigento e Porto Empedocle, catanesi tra gli indagati

Sono tutti indagati, a vario titolo, per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e traffico di stupefacenti. Con questa operazione, gli investigatori hanno verificato come non si sia mai interrotto lo storico sodalizio tra Cosa Nostra palermitana ed agrigentina

Ci sono anche catanesi tra i  34 indagati dell'inchiesta "Icaro" delle Squadre Mobili di Palermo e Agrigento che stanotte ha portato a 9 arresti (6 in carcere e 3 ai domiciliari) e a 4 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono tutti indagati, a vario titolo, per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e traffico di stupefacenti. Con questa operazione, gli investigatori hanno verificato come non si sia mai interrotto lo storico sodalizio tra Cosa Nostra palermitana ed agrigentina, così come dimostrato dai documentati summit andati in scena nelle campagne agrigentine tra ruderi ed appezzamenti di terreno.

Cosa nostra tentava di condizionare appalti importanti come quello del rigassificatore di Porto Empedocle, dei collegamenti con Lampedusa e le attività di ristrutturazione degli alloggi popolari. Per raggiungere lo scopo le "famiglie" di Palermo e Agrigento collaboravano, portando avanti un antico legame criminale. E' quanto scoperto dalla polizia.

Gli indagati sono Antonino Abate, 29 anni, di Montevago; Tommaso Baroncelli, 40 anni, di Santa Margherita Belice; Domenico Bavetta, 34 anni, di Montevago; Carmelo Bruno, 47 anni, di Motta Sant'Anastasia (Catania); Vito Campisi, 45 anni, di Cattolica Eraclea; Giovanni Campo, 25 anni, di Santa Margherita Belice; Pietro Campo, 63 anni, di Santa Margherita Belice; Francesco Capizzi, inteso "il milanese", 50 anni, di Porto Empedocle; Mauro Capizzi, 47 anni, di Ribera; Roberto Carobene, 38 anni, di Motta Sant'Anastasia; Gioacchino Cimino, 61 anni, di Porto Empedocle; Domenico Cucina, 48 anni, di Lampedusa; Rocco D'Aloisio, 46 anni, di Sambuca di Sicilia; Diego Grassadonia, 54 anni, di Cianciana; Antonino Grimaldi, 55 anni, di Cattolica Eraclea; Piero Guzzardo, 37 anni, di Santa Margherita Belice; Antonino Iacono, 61 anni, di Giardina Gallotti (frazione di Agrigento); Gioacchino Iacono, 36 anni, di Realmonte; Santo Interrante, 34 anni, di Santa Margherita Belice; Giacomo La Sala, 47 anni, di Santa Margherita Belice; Giuseppe Lo Pilato, 44 anni, di Giardina Gallotti (frazione di Agrigento); Leonardo Marrella, 38 anni, di Montallegro; Stefano Marrella, 59 anni, di Montallegro; Vincenzo Marrella, 41 anni, di Montallegro; Vincenzo Marrella, 60 anni, di Montallegro; Francesco Messina, 58 anni, di Porto Empedocle; Francesco Pavia, 35 anni, di Porto Empedocle; Giuseppe Picillo, 53 anni, di Favara; Emanuele Riggio, 45 anni, di Monreale; Pasquale Schembri, 53 anni, di Montallegro; Gaspare Nilo Secolonovo, 47 anni, di Santa Margherita Belice; Francesco Tarantino, inteso "Paolo", 29 anni, di Porto Empedocle; Ciro Tornatore, 80 anni, di Cianciana; e Francesco Tortorici, 36 anni, di Montallegro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento