Operazione "Castigo": sequestrati i conti correnti degli spacciatori

Dagli accertamenti eseguiti sono emersi 12 depositi tra conti correnti bancari e libretti postali sui quali è stata riscontrata la presenza di un ammontare di € 21.000,00

I militari della sezione Indagini Patrimoniali del Reparto Operativo dei Carabinieri di Catania hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dalla Procura della Repubblica di Catania nei confronti dei capi dell’organizzazione (e dei loro famigliari) sgominata dai Carabinieri con l’operazione "Castigo".

Il sequestro scaturisce da una complessa indagine patrimoniale volta a rintracciare il flusso di denaro ritenuto provento dell’attività di spaccio.

Dagli accertamenti eseguiti sono emersi 12 depositi tra conti correnti bancari e libretti postali sui quali è stata riscontrata la presenza di un ammontare di € 21.000,00, somma di certa provenienza illecita considerando che nessuno degli arrestati svolge un’attività lavorativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento