Operazione Far West, sparatoria a Librino nel 2007: tre arresti

Lo scorso 24 aprile, la IV Sezione penale del Tribunale di Catana ha emesso la sentenza di condanna nei confronti di alcuni componenti del gruppo che avevano preso parte alla sparatoria avvenuta a Librino nel febbraio del 2007

Lo scorso 24 aprile, la IV Sezione penale del Tribunale di Catana ha emesso la sentenza di condanna nei confronti di alcuni componenti del gruppo che avevano preso parte alla sparatoria avvenuta a Librino nel febbraio del 2007.

Il 28 febbraio 2007, infatti, nel quartiere di Librino a Catania, avveniva una sparatoria durante la quale rimaneva ucciso Loria Michelangelo Domenico, mentre il fratello Francesco, A.S. e M.V. riportavano ferite da arma da fuoco.

Le indagini svolte nella immediatezza dell’episodio consentivano di sottoporre a Fermo di Indiziato di Delitto A.S. il quale nel maggio del 2008 veniva rinviato a giudizio innanzi alla Corte d’Assise di Catania, imputato per i reati di omicidio, tentato omicidio e porto e detenzione illegale di armi e successivamente condannato alla pena di 22 anni e 6 mesi di reclusione, condanna confermata in appello e poi in Cassazione.

Dai servizi di intercettazione era stato possibile identificare alcuni dei soggetti presenti la sera del 28.02.2008 sul luogo del conflitto a fuoco che venivano denunciati. Per quest’ultimi il Sostituto Procuratore Dott. Andrea Ursino della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania chiese ed ottenne dal GIP l’emissione di una misura cautelare nei confronti di G.S., F.L., M.V., A.C.,S.F. e I.S.(c.d. operazione “Far West” del dicembre 2008).



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento