Operazione “Leo 121”, condannato a 14 anni di reclusione

Coinvolto nell’operazione “Leo 121”, eseguita dai carabinieri del comando provinciale di Catania il 14 gennaio 2014

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Paternò hanno arrestato il 38enne catanese Gianluca Di Mauro, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania. Coinvolto nell’operazione “Leo 121”, eseguita dai carabinieri del comando provinciale di Catania il 14 gennaio 2014, attraverso la quale si azzerò la piazza di spaccio di via Capo Passero a San Giovanni Galermo, riconducibile ad un gruppo criminale aderente alla famiglia mafiosa Santapaola, l’uomo è stato condannato dai giudici poiché ritenuto colpevole dai giudici per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania piazza Lanza dove sconterà la pena comminatagli equivalente ad anni 14 e giorni 9 di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento