Operazione Money Lender, "Fratelli la Bufala": "Il marchio è estraneo alla vicenda giudiziaria"

In merito alla notizia relativa all'operazione "Money Lender" della Guardia di Finanza che ha portato anche al sequestro di parte delle quote di una società che gestisce un singolo punto vendita di Catania a marchio "Fratelli la Bufala", dal Gruppo in questione arrivano alcune precisazioni

Fratelli La Bufala, Vecchia Dogana

In merito alla notizia relativa all'operazione "Money Lender" della Guardia di Finanza che ha portato anche al sequestro di parte delle quote di una società che gestisce un singolo punto vendita di Catania a marchio "Fratelli la Bufala", dal Gruppo Fratelli la Bufala si precisa quanto segue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il ristorante al Centro Polifunzionale "Vecchia Dogana" in via Dusmet 2 a Catania, coinvolto nell'operazione dei militari di Catania viene gestito, mediante contratto di affiliazione commerciale, dalla società Gusto Giusto srl, che è soggetto autonomo e indipendente rispetto alla proprietà del marchio Fratelli La Bufala e degli altri punti vendita di Catania. La proprietà del marchio Fratelli la Bufala è del tutto estranea all'inchiesta giudiziaria che ha portato al sequestro delle quote del punto vendita di via Dusmet 2 a Catania. La responsabilità della vicenda non è chiaramente da imputarsi in alcun modo all'azienda Fratelli la Bufala".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento