Operazione "tudo incluìdo": il Comune si costituirà parte civile

L'amministrazione specifica che uno degli impiegati comunali coinvolti era già sospeso dal servizio per altro procedimento disciplinare, mentre altri due sono già in quiescenza

L’amministrazione comunale si congratula per l’operato della magistratura e della questura di Catania, per l’operazione condotta dalla polizia per fermare l’azione corruttiva finalizzata al rilascio della cittadinanza italiani a persone straniere, in spregio alle norme di legge. "Il comune di Catania si costituirà parte civile nel processo che vede pubblici impiegati coinvolti - spiega l'amministrazione in una nota -  anche per l’ipotizzabile grave danno perpetrato ai danni dell’Ente comunale. Si specifica - continua l'ufficio stampa del Comune - che uno degli impiegati comunali coinvolti era già sospeso dal servizio per un altro procedimento disciplinare, mentre altri due sono già in quiescenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento