Fondazione Ordine dei Medici: "Solidarietà ai colleghi aggrediti"

L'intervento a seguito dell'ennesimo episodio di violenza ai danni del personale delle strutture sanitarie

Grande solidarietà e sostegno ai colleghi medici aggrediti all’ospedale Garibaldi di Catania, di cui uno è componente del nostro Consiglio di Amministrazione. A esprimerlo è la Fondazione dell’Ordine dei Medici di Catania guidata dal presidente Pino Liberti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo è l’ennesimo episodio di violenza perpetrato ai danni di chi compie quotidianamente il proprio dovere - afferma il presidente Liberti - curando e salvando vite umane. Auspico vivamente che entri subito in vigore la legge allo studio del Parlamento nazionale che prevede fino a 16 anni di reclusione per chi aggredisce operatori sanitari”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento