menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordine ingegneri, Santi Cascone è il nuovo presidente: "Continuità e rinnovamento"

Si è insediato il nuovo Consiglio dell'Ordine degli Ingegneri di Catania che ha eletto, per il quadriennio 2013-2017, Santi Maria Cascone. Il neo presidente, docente dell'Università di Catania, ha ricoperto nello scorso quadriennio il ruolo di presidente della Fondazione dell'Ordine

Si è insediato il nuovo Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Catania che ha eletto, per il quadriennio 2013-2017, Santi Maria Cascone. Il neo presidente, docente dell’Università di Catania, che ha ricoperto nello scorso quadriennio il ruolo di presidente della Fondazione dell’Ordine, subentra a Carmelo Maria Grasso che ha brillantemente guidato la categoria nei precedenti sei anni.

Cascone si è insediato come Presidente del nuovo Consiglio, composto da Valeria Vadalà (vice presidente), Mauro Scaccianoce (segretario), Alfio Grassi (tesoriere), Carmelo Maria Grasso (delegato alla Consulta regionale), e dai consiglieri Aldo Abate, Lucilla Aiello, Luigi Bosco, Giuseppe D’Urso, Fabio Giovanni Filippino, Mario Finocchiaro, Antonio Leonardi, Enzo Livio Maci, Giuseppe Marano,  Giuliana Saitta.

Rinnovamento nel segno della continuità, "valorizzando il patrimonio di conoscenze e competenze ormai consolidato – ha affermato il neo presidente Cascone – in un percorso di crescita ed evoluzione di un Ordine che nel tempo ha affermato il suo ruolo sociale, diventando riferimento per la categoria e il territorio. Ogni attività punterà dunque alla valorizzazione della figura dell’ingegnere, concentrando l’attenzione sulle problematiche che ruotano attorno alla professione, nell’ottica di unitarietà e coesione della categoria. In Consiglio sono presenti professionisti impegnati in attività diversificate tra loro, la multidisciplinarietà è un plus valore per trovare gli strumenti e le azioni più idonee per soddisfare le esigenze degli iscritti e del territorio".

Tradizione e innovazione, formazione e valorizzazione delle competenze, attenzione ai giovani ingegneri, saranno i temi centrali dell’attività del prossimo Consiglio.

"La presenza di sei giovani ingegneri nel Consiglio dell’Ordine – ha continuato Cascone - è il segno tangibile che intendiamo scommettere sui professionisti del futuro, provando ad aprire nuove strade che tengano conto delle loro idee e della loro creatività".

In questo quadro sarà rilevante l’impegno verso il terzo settore – quello degli ingegneri dell’Informazione - che abbraccia un numero crescente di iscritti nonché quello verso i temi della formazione obbligatoria. "L’aggiornamento professionale continuo – ha concluso - è nella tradizione delle attività dell’Ordine; oggi l’impegno è quello di rendere la formazione più accessibile e sempre di maggiore qualità grazie al supporto della Fondazione: questo costituisce uno dei punti fermi del Consiglio dell’Ordine per il prossimo quadriennio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento