Osapp: a Bicocca 60 dirigenti sindacali, 1 per ogni carcere della regione, a disposizione degli organi di stampa

Il prossimo 1° di Aprile presso la Casa Circondariale di Catania Bicocca il Segretario Generale Aggiunto dell’OSAPP Domenico Nicotra e il Segretario Regionale Rosario Di Prima incontreranno, dalle ore 10.00 in poi gli organi di stampa e informazione per partecipare tutte le criticità che il sistema penitenziario siciliano sta attraversando."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Il prossimo 1° di Aprile presso la Casa Circondariale di Catania Bicocca il Segretario Generale Aggiunto dell’OSAPP Domenico Nicotra e il Segretario Regionale Rosario Di Prima incontreranno, dalle ore 10.00 in poi gli organi di stampa e informazione per partecipare tutte le criticità che il sistema penitenziario siciliano sta attraversando."
 
A renderlo noto è lo stesso leader dell’OSAPP che evidenzia come l’occasione sia propizia per sviscerare tutta una serie di anomalie che dovrebbero essere attenzionate e risolte in tempi brevissimi dalla Politica Italiana e più specificatamente dal Ministro della Giustizia.
 
"Che la questione penitenziaria siciliana, per carenza di uomini e risorse economiche, stesse attraversando un periodo buio è stato più volte denunciato dall’Osapp ma adesso, pare, che anche la massima Autorità Penitenziaria Regionale – il Provveditore Maurizio Veneziano – sia alquanto confuso e non riesca a garantire al personale del Corpo di Polizia Penitenziaria le necessarie risposte."
 
"Per queste ragioni, continua Nicotra, sarebbe opportuno che all’incontro che si svolgerà nei palazzi della politica romana con il nuovo Guardasigilli il prossimo 7 aprile venga analizzata anche, per trovare soluzioni congiunte, la situazione penitenziaria isolana."
 
"Tutti i quadri dirigenti della Sicilia, saranno presenti a Catania Bicocca a disposizione dei giornalisti per tutte le domande che vorranno fare e rappresentare il disagio di tutte le carceri della Regione."

Torna su
CataniaToday è in caricamento