Il reparto di rianimazione dell'ospedale di Acireale chiuso da cinque mesi

I vertici provinciali del sindacato degli infermieri fanno sapere che la rianimazione non è più in funzione da ben cinque mesi anziché due, come era stato disposto

L’ospedale di Acireale, gestito dall’Asp 3 di Catania, deve far fronte ad una chiusura prolungata del reparto di rianimazione. Il NurSind Catania, sindaco delle professioni infermieristiche,ha denunciato ai carabinieri le gravi condizioni in cui versa il reparto. L’Azienza Sanitaria Provinciale di Catania ha disposto poi una chiusura di 60 giorni per poter realizzare dei lavori strutturali.

I vertici provinciali del sindacato degli infermieri fanno sapere invece che la rianimazione, necessaria per quel presidio, non è più in funzione da ben cinque mesi anziché due, come era stato disposto.

La replica del direttore dell'Asp Giuseppe Giammanco

"È vergognoso sottrarre ben otto posti letto di rianimazione per così tanto tempo, senza che nessuno intervenga - afferma Francesco Di Masi responsabile Nursind Asp - e per tale motivo il NurSind chiede che vengano adottati dei provvedimenti nei confronti del direttore dei lavori, del direttore del Presidio Ospedaliero di Acireale e del responsabile del reparto". Mercoledì 13 dicembre alle ore 10.30 i rappresentanti del NurSind, si troveranno davanti le porte del presidio Acese per denunciare pubblicamente le condizioni in cui versa il nosocomio. Parteciperà anche una delegazione del comitato cittadino per l’ospedale di Giarre interessata al buon funzionamento dei reparti di emergenza del presidio di Acireale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento